Per gli amanti della montagna
 

Heliski
1 | 2 |

PaoloR 21 Gen 2015 00:04
Ma un metro di neve fresca non dovrebber far scattare automaticamente
pericolo 4?

> Ma il metro di neve caduto in questo weekend di maltempo era evidentemente una
tentazione troppo ghiotta e così si sono dedicati al fuoripista in snowboard
con l'accompagnamento di una guida alpina, che nell'heliski è obbligatoria,
finendo sotto una valanga provocata da loro stessi o dall’elicottero. O forse
distaccatasi per cause naturali visto il caldo della giornata,

http://milano.repubblica.it/cronaca/2015/01/20/news/valtellina_quattro_persone_travolte_da_una_valanga_due_sono_state_recuperate-105359321/
amdolci@gmail.com 22 Gen 2015 13:55
Il giorno mercoledì 21 gennaio 2015 00:04:09 UTC+1, PaoloR ha scritto:
> Ma un metro di neve fresca non dovrebber far scattare automaticamente
> pericolo 4?
>

Sabato dove vado io a sciare le condizioni erano folli. Fondo molto liscio e
gelato su cui si era deposto un metro di neve pesante e ******* eppure il
pericolo era a 3.
Non so come facciano a calcolarlo, ma mi sembra che questa volta abbiano
toppato.

lsd
Mardot 22 Gen 2015 14:59
Il 22/01/2015 13:55, amdolci@gmail.com ha scritto:
> Il giorno mercoledì 21 gennaio 2015 00:04:09 UTC+1, PaoloR ha scritto:
>> Ma un metro di neve fresca non dovrebber far scattare automaticamente
>> pericolo 4?
>>
>
> Sabato dove vado io a sciare le condizioni erano folli. Fondo molto liscio e
gelato su cui si era deposto un metro di neve pesante e ******* eppure il
pericolo era a 3.
> Non so come facciano a calcolarlo, ma mi sembra che questa volta abbiano
toppato.

Qui a nordovest marittime/basse cozie ha nevicato molto meno tra
venerdi' e sabato scorso, circa 30-40, e il pericolo era 3.
Davvero strano che con 1m di fresca fosse comunque 3.

Quanto all'incidente in valtellina, nulla c'entra con l'heliski:
http://www.dovesciare.it/news/21/01/2015/valanga-livigno-il-racconto-della-guida
amdolci@gmail.com 22 Gen 2015 16:12
Il giorno giovedì 22 gennaio 2015 14:59:26 UTC+1, Mardot ha scritto:
> Quanto all'incidente in valtellina, nulla c'entra con l'heliski:
>
http://www.dovesciare.it/news/21/01/2015/valanga-livigno-il-racconto-della->guida

Scusa, ma se stavano proprio praticando Eliski come fai a dire che non c'entra
nulla ?

lsd
Mardot 22 Gen 2015 16:48
Il 22/01/2015 16:12, amdolci@gmail.com ha scritto:
> Il giorno giovedì 22 gennaio 2015 14:59:26 UTC+1, Mardot ha scritto:
>> Quanto all'incidente in valtellina, nulla c'entra con l'heliski:
>>
http://www.dovesciare.it/news/21/01/2015/valanga-livigno-il-racconto-della->guida
>
> Scusa, ma se stavano proprio praticando Eliski come fai a dire che non c'entra
nulla ?

L'hai letto l'articolo che ho linkato e il racconto della guida che
accompagnava?
amdolci@gmail.com 23 Gen 2015 11:22
Il giorno giovedì 22 gennaio 2015 16:48:13 UTC+1, Mardot ha scritto:


> L'hai letto l'articolo che ho linkato e il racconto della guida che
> accompagnava?

Sì che l'ho letto e dice chiaramente che sono arrivati in vetta in elicottero.
Significa che non essendo risaliti con le pelli non avevano potuto valutare
precedentemente i pendii e significa che molto probabilmente, non avevano
valutato il da farsi in caso di distacco vedi il decidere di scendere per la
linea di massima pendenza andando a fermarsi proprio dove si è accumulata la
slavina.

lsd
Mardot 23 Gen 2015 14:04
Il 23/01/2015 11:22, amdolci@gmail.com ha scritto:
> Il giorno giovedì 22 gennaio 2015 16:48:13 UTC+1, Mardot ha scritto:
>
>
>> L'hai letto l'articolo che ho linkato e il racconto della guida che
>> accompagnava?
>
> Sì che l'ho letto e dice chiaramente che sono arrivati in vetta in
elicottero.
> Significa che non essendo risaliti con le pelli non avevano potuto valutare
precedentemente i pendii e significa che molto probabilmente, non avevano
valutato il da farsi in caso di distacco vedi il decidere di scendere per la
linea di massima pendenza andando a fermarsi proprio dove si è accumulata la
slavina.

Il distacco della valanga non ha nulla a che vedere con l'elicottero,
quindi l'heliski non c'entra.

Quello che hai detto e' vero e fa parte dei rischi per chi pratiche la
disciplina, ma la disciplina non ha creato la valanga, come invece
spesso si vuole far credere.
PaoloR 23 Gen 2015 15:28
Il 22/01/2015 14:59, Mardot ha scritto:
> Il 22/01/2015 13:55, amdolci@gmail.com ha scritto:
>> Il giorno mercoledì 21 gennaio 2015 00:04:09 UTC+1, PaoloR ha scritto:
>>> Ma un metro di neve fresca non dovrebber far scattare automaticamente
>>> pericolo 4?
>>>
>>
>> Sabato dove vado io a sciare le condizioni erano folli. Fondo molto
>> liscio e gelato su cui si era deposto un metro di neve pesante e
>> ******* eppure il pericolo era a 3.
>> Non so come facciano a calcolarlo, ma mi sembra che questa volta
>> abbiano toppato.
>
> Qui a nordovest marittime/basse cozie ha nevicato molto meno tra
> venerdi' e sabato scorso, circa 30-40, e il pericolo era 3.
> Davvero strano che con 1m di fresca fosse comunque 3.
>
> Quanto all'incidente in valtellina, nulla c'entra con l'heliski:
>
http://www.dovesciare.it/news/21/01/2015/valanga-livigno-il-racconto-della-guida
>
>


Cosa intendi con "nulla centra con l'heliski"?
(la pagina che linki dice "investendo 4 snowboarder che avevano
raggiunto la zona in heliski")

Ciao
PaoloR 23 Gen 2015 15:29
Il 23/01/2015 15:28, PaoloR ha scritto:
> Il 22/01/2015 14:59, Mardot ha scritto:
>> Il 22/01/2015 13:55, amdolci@gmail.com ha scritto:
>>> Il giorno mercoledì 21 gennaio 2015 00:04:09 UTC+1, PaoloR ha scritto:
>>>> Ma un metro di neve fresca non dovrebber far scattare automaticamente
>>>> pericolo 4?
>>>>
>>>
>>> Sabato dove vado io a sciare le condizioni erano folli. Fondo molto
>>> liscio e gelato su cui si era deposto un metro di neve pesante e
>>> ******* eppure il pericolo era a 3.
>>> Non so come facciano a calcolarlo, ma mi sembra che questa volta
>>> abbiano toppato.
>>
>> Qui a nordovest marittime/basse cozie ha nevicato molto meno tra
>> venerdi' e sabato scorso, circa 30-40, e il pericolo era 3.
>> Davvero strano che con 1m di fresca fosse comunque 3.
>>
>> Quanto all'incidente in valtellina, nulla c'entra con l'heliski:
>>
http://www.dovesciare.it/news/21/01/2015/valanga-livigno-il-racconto-della-guida
>>
>>
>>
>
>
> Cosa intendi con "nulla centra con l'heliski"?
> (la pagina che linki dice "investendo 4 snowboarder che avevano
> raggiunto la zona in heliski")
>
> Ciao
>
>
>

Scusa il newsreader non aveva scaricato il tuo messaggio successivo
amdolci@gmail.com 23 Gen 2015 16:26
Il giorno venerdì 23 gennaio 2015 14:04:11 UTC+1, Mardot ha scritto:
> Il 23/01/2015 11:22, amdolci@gmail.com ha scritto:
>> Il giorno giovedì 22 gennaio 2015 16:48:13 UTC+1, Mardot ha scritto:
>>
>>
>>> L'hai letto l'articolo che ho
> Il distacco della valanga non ha nulla a che vedere con l'elicottero,
> quindi l'heliski non c'entra.
>
> Quello che hai detto e' vero e fa parte dei rischi per chi pratiche la
> disciplina, ma la disciplina non ha creato la valanga, come invece
> spesso si vuole far credere.

Mah, io sono sempre stato contrario all'eliski proprio perchè permette a gente
impreparata di affrontare versanti e zone pericolose, situazione peggiorata
dall'introduzione dell'abs che fa sentire tutti i baluba come dei novelli
highlander.

lsd
Mardot 23 Gen 2015 16:52
Il 23/01/2015 16:26, amdolci@gmail.com ha scritto:
> Il giorno venerdì 23 gennaio 2015 14:04:11 UTC+1, Mardot ha scritto:
>> Il 23/01/2015 11:22, amdolci@gmail.com ha scritto:
>>> Il giorno giovedì 22 gennaio 2015 16:48:13 UTC+1, Mardot ha scritto:
>>>
>>>
>>>> L'hai letto l'articolo che ho
>> Il distacco della valanga non ha nulla a che vedere con l'elicottero,
>> quindi l'heliski non c'entra.
>>
>> Quello che hai detto e' vero e fa parte dei rischi per chi pratiche la
>> disciplina, ma la disciplina non ha creato la valanga, come invece
>> spesso si vuole far credere.
>
> Mah, io sono sempre stato contrario all'eliski proprio perchè permette a
gente impreparata di affrontare versanti e zone pericolose, situazione
peggiorata dall'introduzione dell'abs che fa sentire tutti i baluba come dei
novelli highlander.

Questo è vero, ma e' un problema legato all'accompagnamento e al
regolamento, non a chi paga l'elicottero per scendere.

La pratica dell'Heliski dovrebbe essere obbligatoriamente regolamentata
con l'accompagnamento della guida alpina di alta montagna, e i clienti
dovrebbero solo sciare seguendo le sue indicazioni.

Chi fa questa attivita' sportiva e' sicuramente gente che ha dei soldi
da spendere, ma mediamente e' anche gente che scia meglio dei normali
scialpinisti che si trovano per i nostri monti, e questo rappresenta un
aspetto che rende l'heliski uno sport sicuro, se fatto con la guida, che
ci deve mettere quell'esperienza necessaria, e mancante a chi non sale
con le sue gambe.

Leggo molti articoli in proposito e la maggiorparte di quelli che danno
contro l'heliski lo fanno solo per l'invidia del non poterselo
permettere. Invece io penso che se viene fatto con il supporto delle
guide, che scelgono le zone e i versanti adatti, sia dove far volare
l'elicottero, sia dove scendere con gli sci, la pratica di questo sport
di per se e' sicura e divertente.

Ovviamente senza avere pregiudizi di sorta.
amdolci@gmail.com 23 Gen 2015 18:16
Il giorno venerdì 23 gennaio 2015 16:52:51 UTC+1, Mardot ha scritto:

> La pratica dell'Heliski dovrebbe essere obbligatoriamente regolamentata
> con l'accompagnamento della guida alpina di alta montagna, e i clienti
> dovrebbero solo sciare seguendo le sue indicazioni.
>
> Chi fa questa attivita' sportiva e' sicuramente gente che ha dei soldi
> da spendere, ma mediamente e' anche gente che scia meglio dei normali
> scialpinisti che si trovano per i nostri monti, e questo rappresenta un
> aspetto che rende l'heliski uno sport sicuro, se fatto con la guida, che
> ci deve mettere quell'esperienza necessaria, e mancante a chi non sale
> con le sue gambe.

Quoto quanto scrivi. Il problema è che spesso l'accompagnatore non è una guida
di alta quota ma un maestro che conosce bene i clienti.

lsd
Admarc 27 Gen 2015 06:30
Il 23/01/2015 16:52, Mardot ha scritto:

[cut]

Io credo che le nostre montagne subiscano già abbastanza, per andare ad
aggiungere anche lo svolazzare di elicotteri che portano sciatori (in
questo caso fatico a chiamarli scialpinisti) in quota, indipendentemente
dai pericoli dove si vanno a cacciare. Ed anche indipendentemente dal
fatto che ci sia (come in questo caso) la guida alpina che li accompagni..




--
Ciao.
Marcello.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
http://www.avast.com
Mardot 27 Gen 2015 08:41
Il 27/01/2015 06:30, Admarc ha scritto:
> Il 23/01/2015 16:52, Mardot ha scritto:
>
> [cut]
>
> Io credo che le nostre montagne subiscano già abbastanza, per andare ad
> aggiungere anche lo svolazzare di elicotteri che portano sciatori (in
> questo caso fatico a chiamarli scialpinisti) in quota, indipendentemente
> dai pericoli dove si vanno a cacciare. Ed anche indipendentemente dal
> fatto che ci sia (come in questo caso) la guida alpina che li accompagni..
>
>
>
>
La montagna e' per tutti.
amdolci@gmail.com 27 Gen 2015 11:10
Il giorno martedì 27 gennaio 2015 06:30:35 UTC+1, Admarc ha scritto:
> Il 23/01/2015 16:52, Mardot ha scritto:
>
> [cut]
>
> Io credo che le nostre montagne subiscano già abbastanza, per andare ad
> aggiungere anche lo svolazzare di elicotteri che portano sciatori (in
> questo caso fatico a chiamarli scialpinisti) in quota, indipendentemente
> dai pericoli dove si vanno a cacciare. Ed anche indipendentemente dal
> fatto che ci sia (come in questo caso) la guida alpina che li accompagni..

Credo che di tutti i problemi della montagna, l'eliski sia veramente l'ultimo.
Dove vado io è praticato in zone dove non ci sono scialpinisti o altro in giro.
Onestamente mi danno molto più fasti***** certe comitive estive ( anche targate
CAI) che quando arrivano in vetta fanno più caciara di un branco di
pescivendoli ubriachi.

lsd
Admarc 28 Gen 2015 11:03
Il 27/01/2015 08:41, Mardot ha scritto:

> La montagna e' per tutti.

Vero. Però non credo che tutti possano fare qualsiasi cosa.
Io sono forse un po' integralista, ma secondo me i mezzi a motore sui
monti andrebbero usati solo in caso di necessità; motociclette,
motoslitte, auto, elicotteri, ecc., li lascerei fuori da questo ambiente
per quanto riguarda l'uso ricreativo. Lo dico da ex-motociclista che ha
praticato (millemila anni fa') per qualche anno il fuoristrada,
abbandonandolo perchè ho ritenuto incompatibile con l'ambiente montano
anche un uso "attento" della moto.
Ed a maggior ragione l'elicottero, ancora più rumoroso ed inquinante.

Poi, oh, opinione personale!


--
Ciao.
Marcello.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
http://www.avast.com
Mardot 28 Gen 2015 11:14
Il 28/01/2015 11:03, Admarc ha scritto:
> Il 27/01/2015 08:41, Mardot ha scritto:
>
>> La montagna e' per tutti.
>
> Vero. Però non credo che tutti possano fare qualsiasi cosa.
> Io sono forse un po' integralista, ma secondo me i mezzi a motore sui
> monti andrebbero usati solo in caso di necessità; motociclette,
> motoslitte, auto, elicotteri, ecc., li lascerei fuori da questo ambiente
> per quanto riguarda l'uso ricreativo. Lo dico da ex-motociclista che ha
> praticato (millemila anni fa') per qualche anno il fuoristrada,
> abbandonandolo perchè ho ritenuto incompatibile con l'ambiente montano
> anche un uso "attento" della moto.
> Ed a maggior ragione l'elicottero, ancora più rumoroso ed inquinante.
>
> Poi, oh, opinione personale!
>
>
Capisco la posizione integralista, ma dovresti per contro tu capire che
la stessa avrebbe senso (qualora la tua avesse senso) anche in altri
ambienti. Per mai usare i mezzi a motore in mare o in campagna? Sono
forse ambienti meno degni della stessa attenzione?
MacMax 28 Gen 2015 11:20
Admarc <admarc2leva@gmail.com> wrote:

> Il 27/01/2015 08:41, Mardot ha scritto:
>
>> La montagna e' per tutti.
>
> Vero. Però non credo che tutti possano fare qualsiasi cosa.
> Io sono forse un po' integralista, ma secondo me i mezzi a motore sui
> monti andrebbero usati solo in caso di necessità; motociclette,
> motoslitte, auto, elicotteri, ecc., li lascerei fuori da questo ambiente
> per quanto riguarda l'uso ricreativo. Lo dico da ex-motociclista che ha
> praticato (millemila anni fa') per qualche anno il fuoristrada,
> abbandonandolo perchè ho ritenuto incompatibile con l'ambiente montano
> anche un uso "attento" della moto.
> Ed a maggior ragione l'elicottero, ancora più rumoroso ed inquinante.
>
> Poi, oh, opinione personale!

Lo stesso mio percorso, l'unica differenza è che io ho smesso di
praticare l'enduro per colpa di alcuni dei miei compagno, i quali erano
veramente un esempio lampante di come NON si va in montagna in moto.

Non voglio aprire una polemica, ma mi è capitato di parlare di queste
cose a gente della Val di Fassa (macchine, moto, impianti di risalita,
motoslitte, ecc.) e molti invece erano daccordo sul loro uso perchè,
testuali parole, "portano gente e soldi"...

Max

--
http://www.maxori.it
L'Arte è la capacità di fare cose di nessun valore
e di riuscire a venderle
F. Zappa
Admarc 28 Gen 2015 14:29
Il 28/01/2015 11:14, Mardot ha scritto:

> Capisco la posizione integralista, ma dovresti per contro tu capire che
> la stessa avrebbe senso (qualora la tua avesse senso) anche in altri
> ambienti. Per mai usare i mezzi a motore in mare o in campagna? Sono
> forse ambienti meno degni della stessa attenzione?

Ah, beh.. Sfondi una porta aperta! :-) Mi danno fasti***** pure gli
svizzeri/tedeschi che sfrecciano con motoscafi e gommoni sul lago di
Garda, perchè a casa loro non possono; o anche i deficienti che con le
gomme dei loro quad scavano le stradine interpoderali (quelle poche
rimaste) delle nostre campagne.

..e.. si, con l'età deve essersi abbassato il mio livello di tolleranza..
:-|

--
Ciao.
Marcello.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
http://www.avast.com
Admarc 28 Gen 2015 14:31
Il 28/01/2015 11:20, MacMax ha scritto:

> "portano gente e soldi"...


E hai detto tutto.


--
Ciao.
Marcello.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
http://www.avast.com
Mardot 28 Gen 2015 15:24
Il 28/01/2015 14:31, Admarc ha scritto:
> Il 28/01/2015 11:20, MacMax ha scritto:
>
>> "portano gente e soldi"...
>
>
> E hai detto tutto.
>
>
In realta' in quelle parole c'e' proprio tutto. Tu vivresti in una zona
in cui non si riesce a produrre reddito?
Sarebbe impossibile per te come per chiunque altro.
Quindi e' imprescindibile che se si vogliono avere delle vallate, anche
in alta valle, abitate, ben tenute e frequentate, ci siano i mezzi e le
risorse per dare da vivere a chi ci abita.
Cordy 28 Gen 2015 17:32
Il 28/01/2015 15:24, Mardot ha scritto:
> Il 28/01/2015 14:31, Admarc ha scritto:
>> Il 28/01/2015 11:20, MacMax ha scritto:
>>
>>> "portano gente e soldi"...
>>
>>
>> E hai detto tutto.
>>
>>
> In realta' in quelle parole c'e' proprio tutto. Tu vivresti in una zona
> in cui non si riesce a produrre reddito?
> Sarebbe impossibile per te come per chiunque altro.
> Quindi e' imprescindibile che se si vogliono avere delle vallate, anche
> in alta valle, abitate, ben tenute e frequentate, ci siano i mezzi e le
> risorse per dare da vivere a chi ci abita.

In effetti la frase andrebbe completata. Portano POCA gente con TANTI
soldi. Situazioni da cui io personalmente sto volentieri alla larga.
Le due cose messe insieme non significano necessariamente intelligenza,
ma soprattutto buon gusto.

--
Ciao!
Stefano
Mardot 28 Gen 2015 17:40
Il 28/01/2015 17:32, Cordy ha scritto:
> Il 28/01/2015 15:24, Mardot ha scritto:
>> Il 28/01/2015 14:31, Admarc ha scritto:
>>> Il 28/01/2015 11:20, MacMax ha scritto:
>>>
>>>> "portano gente e soldi"...
>>>
>>>
>>> E hai detto tutto.
>>>
>>>
>> In realta' in quelle parole c'e' proprio tutto. Tu vivresti in una zona
>> in cui non si riesce a produrre reddito?
>> Sarebbe impossibile per te come per chiunque altro.
>> Quindi e' imprescindibile che se si vogliono avere delle vallate, anche
>> in alta valle, abitate, ben tenute e frequentate, ci siano i mezzi e le
>> risorse per dare da vivere a chi ci abita.
>
> In effetti la frase andrebbe completata. Portano POCA gente con TANTI
> soldi. Situazioni da cui io personalmente sto volentieri alla larga.
> Le due cose messe insieme non significano necessariamente intelligenza,
> ma soprattutto buon gusto.
>
Poco sopra si parlava della Val di Fassa, dovevo collegarmi a ISM dopo
diversi anni per leggere che in quelle zone manca il buon gusto.
amdolci@gmail.com 28 Gen 2015 19:11
Il giorno mercoledì 28 gennaio 2015 15:24:49 UTC+1, Mardot ha scritto:
> Il 28/01/2015 14:31, Admarc ha scritto:
>
> In realta' in quelle parole c'e' proprio tutto. Tu vivresti in una zona
> in cui non si riesce a produrre reddito?
> Sarebbe impossibile per te come per chiunque altro.
> Quindi e' imprescindibile che se si vogliono avere delle vallate, anche
> in alta valle, abitate, ben tenute e frequentate, ci siano i mezzi e le
> risorse per dare da vivere a chi ci abita.

Credo che la diffcioltá stia nel trovare il punto di equilibrio. Dove vado io
in montagna il business delle motoslitte ha di fatto ucciso sul nascere il
turismo di chi cerca spazi tranquilli per lunghe passeggiate con ciaspole o
pelli. Non so se il bilncio sia positivo o negativo, però credo che la scelta
fatta sia fortemente impattante sull'offert turistica.

lsd
Cordy 29 Gen 2015 08:58
Il 28/01/2015 17:40, Mardot ha scritto:
> Il 28/01/2015 17:32, Cordy ha scritto:
>> Il 28/01/2015 15:24, Mardot ha scritto:
>>> Il 28/01/2015 14:31, Admarc ha scritto:
>>>> Il 28/01/2015 11:20, MacMax ha scritto:
>>>>
>>>>> "portano gente e soldi"...
>>>>
>>>>
>>>> E hai detto tutto.
>>>>
>>>>
>>> In realta' in quelle parole c'e' proprio tutto. Tu vivresti in una zona
>>> in cui non si riesce a produrre reddito?
>>> Sarebbe impossibile per te come per chiunque altro.
>>> Quindi e' imprescindibile che se si vogliono avere delle vallate, anche
>>> in alta valle, abitate, ben tenute e frequentate, ci siano i mezzi e le
>>> risorse per dare da vivere a chi ci abita.
>>
>> In effetti la frase andrebbe completata. Portano POCA gente con TANTI
>> soldi. Situazioni da cui io personalmente sto volentieri alla larga.
>> Le due cose messe insieme non significano necessariamente intelligenza,
>> ma soprattutto buon gusto.
>>
> Poco sopra si parlava della Val di Fassa, dovevo collegarmi a ISM dopo
> diversi anni per leggere che in quelle zone manca il buon gusto.

Mi era sfuggita la zona, ma ora che la so, non posso che confermare.
Il buo ******* è stato MOLTO generoso con l'area, ma l'uomo sta facendo di
tutto per rovinarla. In effetti, in quella zona probabilmente l'Heliski
(ma si scrive così?) è il minore dei problemi. :(

--
Ciao!
Stefano
Mardot 29 Gen 2015 09:06
Il 29/01/2015 08:58, Cordy ha scritto:
> Il 28/01/2015 17:40, Mardot ha scritto:
>> Il 28/01/2015 17:32, Cordy ha scritto:
>>> Il 28/01/2015 15:24, Mardot ha scritto:
>>>> Il 28/01/2015 14:31, Admarc ha scritto:
>>>>> Il 28/01/2015 11:20, MacMax ha scritto:
>>>>>
>>>>>> "portano gente e soldi"...
>>>>>
>>>>>
>>>>> E hai detto tutto.
>>>>>
>>>>>
>>>> In realta' in quelle parole c'e' proprio tutto. Tu vivresti in una zona
>>>> in cui non si riesce a produrre reddito?
>>>> Sarebbe impossibile per te come per chiunque altro.
>>>> Quindi e' imprescindibile che se si vogliono avere delle vallate, anche
>>>> in alta valle, abitate, ben tenute e frequentate, ci siano i mezzi e le
>>>> risorse per dare da vivere a chi ci abita.
>>>
>>> In effetti la frase andrebbe completata. Portano POCA gente con TANTI
>>> soldi. Situazioni da cui io personalmente sto volentieri alla larga.
>>> Le due cose messe insieme non significano necessariamente intelligenza,
>>> ma soprattutto buon gusto.
>>>
>> Poco sopra si parlava della Val di Fassa, dovevo collegarmi a ISM dopo
>> diversi anni per leggere che in quelle zone manca il buon gusto.
>
> Mi era sfuggita la zona, ma ora che la so, non posso che confermare.
> Il buo ******* è stato MOLTO generoso con l'area, ma l'uomo sta facendo di
> tutto per rovinarla. In effetti, in quella zona probabilmente l'Heliski
> (ma si scrive così?) è il minore dei problemi. :(
>
L'uomo sta facendo di tutto per riuscire a continuare a viverci.
Probabilmente non hai idea di cosa voglia dire vivere in montagna. E nel
2015 vivere non significa sopravvivere, o per lo meno vivere significa
la stessa cosa sia per chi vive in citta' che per tutti gli altri.
La gente fa presto a dire che la montagna dovrebbe essere incontaminata,
e' facile quando si abita in citta' o in paese con tutti gli agi e un
lavoro che ti consente di avere ogni tipo di servizio ludico e di base.
Mardot 29 Gen 2015 09:10
Il 28/01/2015 19:11, amdolci@gmail.com ha scritto:
> Il giorno mercoledì 28 gennaio 2015 15:24:49 UTC+1, Mardot ha scritto:
>> Il 28/01/2015 14:31, Admarc ha scritto:
>>
>> In realta' in quelle parole c'e' proprio tutto. Tu vivresti in una zona
>> in cui non si riesce a produrre reddito?
>> Sarebbe impossibile per te come per chiunque altro.
>> Quindi e' imprescindibile che se si vogliono avere delle vallate, anche
>> in alta valle, abitate, ben tenute e frequentate, ci siano i mezzi e le
>> risorse per dare da vivere a chi ci abita.
>
> Credo che la diffcioltá stia nel trovare il punto di equilibrio. Dove vado
io in montagna il business delle motoslitte ha di fatto ucciso sul nascere il
turismo di chi cerca spazi tranquilli per lunghe passeggiate con ciaspole o
pelli. Non so se il bilncio sia positivo o negativo, però credo che la scelta
fatta sia fortemente impattante sull'offert turistica.

Si torna sempre al solito discorso, i soldi.

Chi va con le ciaspole, chi va con le pelli, chi va a piedi a fare una
passeggiata, sono tutte persone che nel 99,9% dei casi si porta il
panino da casa e se lo mangia in punta.
Molti di questi nemmeno dormono in valle, classico turismo di giornata.

L'apporto economico che garantiscono queste persone e' pressoche' nullo
per i "locals".

Chi vive nelle valli ha bisogno di accogliere gente che spende soldi e
li lasci li', presso le loro strutture. le stesse strutture in cui loro
lavorano.

Quindi: baite, impianti di risalita, hotel, ristoranti, ecc......
Cordy 29 Gen 2015 10:25
Il 29/01/2015 09:06, Mardot ha scritto:
> Il 29/01/2015 08:58, Cordy ha scritto:
>> Il 28/01/2015 17:40, Mardot ha scritto:
>>> Il 28/01/2015 17:32, Cordy ha scritto:
>>>> Il 28/01/2015 15:24, Mardot ha scritto:
>>>>> Il 28/01/2015 14:31, Admarc ha scritto:
>>>>>> Il 28/01/2015 11:20, MacMax ha scritto:
>>>>>>
>>>>>>> "portano gente e soldi"...
>>>>>>
>>>>>>
>>>>>> E hai detto tutto.
>>>>>>
>>>>>>
>>>>> In realta' in quelle parole c'e' proprio tutto. Tu vivresti in una
>>>>> zona
>>>>> in cui non si riesce a produrre reddito?
>>>>> Sarebbe impossibile per te come per chiunque altro.
>>>>> Quindi e' imprescindibile che se si vogliono avere delle vallate,
>>>>> anche
>>>>> in alta valle, abitate, ben tenute e frequentate, ci siano i mezzi
>>>>> e le
>>>>> risorse per dare da vivere a chi ci abita.
>>>>
>>>> In effetti la frase andrebbe completata. Portano POCA gente con TANTI
>>>> soldi. Situazioni da cui io personalmente sto volentieri alla larga.
>>>> Le due cose messe insieme non significano necessariamente intelligenza,
>>>> ma soprattutto buon gusto.
>>>>
>>> Poco sopra si parlava della Val di Fassa, dovevo collegarmi a ISM dopo
>>> diversi anni per leggere che in quelle zone manca il buon gusto.
>>
>> Mi era sfuggita la zona, ma ora che la so, non posso che confermare.
>> Il buo ******* è stato MOLTO generoso con l'area, ma l'uomo sta facendo di
>> tutto per rovinarla. In effetti, in quella zona probabilmente l'Heliski
>> (ma si scrive così?) è il minore dei problemi. :(
>>
> L'uomo sta facendo di tutto per riuscire a continuare a viverci.
> Probabilmente non hai idea di cosa voglia dire vivere in montagna. E nel
> 2015 vivere non significa sopravvivere, o per lo meno vivere significa
> la stessa cosa sia per chi vive in citta' che per tutti gli altri.
> La gente fa presto a dire che la montagna dovrebbe essere incontaminata,
> e' facile quando si abita in citta' o in paese con tutti gli agi e un
> lavoro che ti consente di avere ogni tipo di servizio ludico e di base.

Si, ma c'è modo e modo. A me pare che i fassani, in generale, siano
diventati MOLTO ricchi. In altre valli vicine (mi viene in mente la
Venosta, la val d'Ultimo, la Fiscalina) sono tutti molto benestanti, ma
mi sembra che il territorio abbia subito una devastazione minore.
Se non altro per un fatto di buon gusto.
Poi, certo, non sto certo proponendo il fascino dell'appennino selvaggio
proprio perché ormai abbandonato (per necessità). Ma dalla val Boreca
alla val di Fassa, vogliamo trovare un ragionevole compromesso?

--
Ciao!
Stefano
amdolci@gmail.com 29 Gen 2015 11:51
Il giorno giovedì 29 gennaio 2015 09:10:35 UTC+1, Mardot ha scritto:
> Il 28/01/2015 19:11, amdolci@gmail.com ha scritto:
>> Il giorno mercoledì 28 gennaio 2015 15:24:49 UTC+1, Mardot ha scritto:
.
>
> Si torna sempre al solito discorso, i soldi.
>

Chi va in motoslitta è tutta gente che ha la casa e spesso parte da Milano conl
le sporte dell'Esselunga. In compenso durante la settimana gli alberghi ( e gli
impianti) sono vuoti perchè le gente non fa le settimane bianche in un posto
con quattro piste in croce.
Probabilmente un altro tipo di turismo potrebbe essere complementare agli
sciatori del week-end.

lsd
Mardot 29 Gen 2015 12:30
Il 29/01/2015 10:25, Cordy ha scritto:
> Il 29/01/2015 09:06, Mardot ha scritto:
>> Il 29/01/2015 08:58, Cordy ha scritto:
>>> Il 28/01/2015 17:40, Mardot ha scritto:
>>>> Il 28/01/2015 17:32, Cordy ha scritto:
>>>>> Il 28/01/2015 15:24, Mardot ha scritto:
>>>>>> Il 28/01/2015 14:31, Admarc ha scritto:
>>>>>>> Il 28/01/2015 11:20, MacMax ha scritto:
>>>>>>>
>>>>>>>> "portano gente e soldi"...
>>>>>>>
>>>>>>>
>>>>>>> E hai detto tutto.
>>>>>>>
>>>>>>>
>>>>>> In realta' in quelle parole c'e' proprio tutto. Tu vivresti in una
>>>>>> zona
>>>>>> in cui non si riesce a produrre reddito?
>>>>>> Sarebbe impossibile per te come per chiunque altro.
>>>>>> Quindi e' imprescindibile che se si vogliono avere delle vallate,
>>>>>> anche
>>>>>> in alta valle, abitate, ben tenute e frequentate, ci siano i mezzi
>>>>>> e le
>>>>>> risorse per dare da vivere a chi ci abita.
>>>>>
>>>>> In effetti la frase andrebbe completata. Portano POCA gente con TANTI
>>>>> soldi. Situazioni da cui io personalmente sto volentieri alla larga.
>>>>> Le due cose messe insieme non significano necessariamente
>>>>> intelligenza,
>>>>> ma soprattutto buon gusto.
>>>>>
>>>> Poco sopra si parlava della Val di Fassa, dovevo collegarmi a ISM dopo
>>>> diversi anni per leggere che in quelle zone manca il buon gusto.
>>>
>>> Mi era sfuggita la zona, ma ora che la so, non posso che confermare.
>>> Il buo ******* è stato MOLTO generoso con l'area, ma l'uomo sta facendo di
>>> tutto per rovinarla. In effetti, in quella zona probabilmente l'Heliski
>>> (ma si scrive così?) è il minore dei problemi. :(
>>>
>> L'uomo sta facendo di tutto per riuscire a continuare a viverci.
>> Probabilmente non hai idea di cosa voglia dire vivere in montagna. E nel
>> 2015 vivere non significa sopravvivere, o per lo meno vivere significa
>> la stessa cosa sia per chi vive in citta' che per tutti gli altri.
>> La gente fa presto a dire che la montagna dovrebbe essere incontaminata,
>> e' facile quando si abita in citta' o in paese con tutti gli agi e un
>> lavoro che ti consente di avere ogni tipo di servizio ludico e di base.
>
> Si, ma c'è modo e modo. A me pare che i fassani, in generale, siano
> diventati MOLTO ricchi. In altre valli vicine (mi viene in mente la
> Venosta, la val d'Ultimo, la Fiscalina) sono tutti molto benestanti, ma
> mi sembra che il territorio abbia subito una devastazione minore.
> Se non altro per un fatto di buon gusto.
> Poi, certo, non sto certo proponendo il fascino dell'appennino selvaggio
> proprio perché ormai abbandonato (per necessità). Ma dalla val Boreca
> alla val di Fassa, vogliamo trovare un ragionevole compromesso?
>
Io (ma e' solo un esempio tra i tanti che vedo) prendo la Val di Fassa
senza alcun dubbio, poi se mi garba vado a farmi un giro di un giorno in
una valle sperduta, ma come luogo di vacanza una Val di Fassa (dove vado
ogni anno da 30 anni esatti) non ha paragoni.
Mardot 29 Gen 2015 12:35
Il 29/01/2015 11:51, amdolci@gmail.com ha scritto:
> Il giorno giovedì 29 gennaio 2015 09:10:35 UTC+1, Mardot ha scritto:
>> Il 28/01/2015 19:11, amdolci@gmail.com ha scritto:
>>> Il giorno mercoledì 28 gennaio 2015 15:24:49 UTC+1, Mardot ha scritto:
> .
>>
>> Si torna sempre al solito discorso, i soldi.
>>
>
> Chi va in motoslitta è tutta gente che ha la casa e spesso parte da Milano
conl le sporte dell'Esselunga. In compenso durante la settimana gli alberghi ( e
gli impianti) sono vuoti perchè le gente non fa le settimane bianche in un
posto con quattro piste in croce.
> Probabilmente un altro tipo di turismo potrebbe essere complementare agli
sciatori del week-end.

Per far stare in piedi gli impianti sciistici da discesa servono un
sacco di soldi, e solo con gli skipass non ci si riesce. Ci vogliono
anche servizi al contorno.
Ma detto questo, di sicuro ci vogliono turisti che spendono soldi, non
turisti da ciaspole o scialp, per sostenere i valligiani.

Quanto alle motoslitte e alle seconde case, sei in grado di fare un
conteggio di quanti hanno la casa in valle e la motoslitta? Io nelle
vallate che frequento (Piemonte) incontro un numero di motoslitte pari
allo zero se escludo quelle del soccorso alpino o gestione piste da sci.
Qual e' la percentuale di gente che ha la motoslitta rispetto a quella
che ha la seconda casa in valle?

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Per gli amanti della montagna | Tutti i gruppi | it.sport.montagna | Notizie e discussioni sport montagna | Sport montagna Mobile | Servizio di consultazione news.